TERRA E SOLE, CANTIERE APERTO

TERRA E SOLE,
CANTIERE APERTO

Santo cielo ma cos’è successo?
Nell’arco di pochi giorni è cambiato tutto! Non c’è più nulla al suo posto. Un nuovo percorso, nuovi scaffali, ma dov’è finita la pasta?

Oddio, portate pazienza, in questi 3 giorni abbiamo fatto la rivoluzione! Perchè?

Qualcuno della mia famiglia risponderebbe,
“perchè un po’ ste bon!”

È vero, per me e la mia famiglia gestire una attività come Terra e Sole, significa innanzitutto guardare avanti, investire in nuovi settori, servizi, prodotti ed adeguare, rinnovare il nostro negozio per essere pronti a cogliere nuove sfide. Non è forse questo che dovrebbe fare un imprenditore?

Con questi lavori ci siamo posti due obiettivi:
– Il primo lo capite subito entrando, di fronte a voi. Serviva creare un’area più visibile e funzionale, più ampia, da dedicare al reparto cosmesi. I prodotti cosmetici sono molto importanti e spesso se ne sottovaluta l’importanza e la pericolosità se vengono utilizzati prodotti di bassa qualità. La pelle è la nostra seconda bocca e ciò che mettiamo sulla pelle ci finisce dentro direttamente.
Il nuovo allestimento prevede un assortimento di cosmesi bio, vegan e naturale molto importante e in grado di rispondere a tutti i gusti e a tutte le età, per donne e uomini. Prendetevi qualche minuto per provare le nuove linee di make up e le creme viso, corpo, antirughe, i profumi.
Volersi bene non è peccato!

– Per scoprire il secondo obbiettivo occorre fare un po’ di zig zag fra i nuovi scaffali (a qualcuno non piaceranno, ma non potendo più allargare il negozio, non potevamo fare diversamente). Poi svoltato l’angolo … Cos’è? Vi trovate in un cantiere, con un negozio dimezzato, il banco subito accanto alle verdure. E dietro cosa c’è? Cosa succede? Un via vai di elettricisti, idraulici … mah?

Ma davvero pensavate che avrei potuto resistere ancora a lungo alla tentazione di fare la nostra cucina a Terra e Sole? Sì, avete capito bene; dentro a quel cantiere sta nascendo una bella Cucina, quella che entro il mese di novembre riempirà di profumi e di cibo Terra e Sole. Dopo Conbio (nel 1997), Bio’s Cafè (nel 2003), Bio’s Kitchen (nel 2014) era inevitabile questo nuovo passo: produrre per voi, direttamente dentro al negozio, in una bella cucina a vista, tutto quello che ci passerà per la testa, tutto quello che ci chiederete, nel rispetto della nostra filosofia alimentare, 100% biologico, con tante verdure, legumi, cereali, ecc., ecc.
Per favore non chiamatela gastronomia! Non mi piace il termine gastronomia, mi sembra una malattia, un esame medico, o, peggio ancora, un cibo di qualità mediocre, da mangiare in un pacchetto di carta stagnola appena riscaldato al microonde.
Noi la vogliamo chiamare Cucina, come la vostra cucina di casa, dove andrete a completare, integrare, riscaldare con cura, quello che avete trovato qui. Ma il piacere, l’attenzione, l’energia, l’amore che metteremo nel trattare il cibo sarà lo stesso di chi cucina per i propri figli, la propria famiglia.

Sapete come la penso. Il cibo non è qualcosa che serve per riempire lo stomaco e dargli un po’ da lavorare. Il cibo è energia, è il sistema più semplice ed efficiente per mantenersi sani, ma solo se di buona qualità, fresco e ben cucinato.
In questo momento non vi svelerò tutto quello che verrà fuori dalla Cucina, perchè andrei a rovinare l’effetto sorpresa, ma vi assicuro che ci sarà una proposta molto varia, in grado di darvi un grosso aiuto per rispondere alla domanda, “ e oggi cosa facciamo da mangiare? “: insalate, verdure crude, marinate, essiccate e fermentate, germogli; verdure cotte in tutti i modi; cereali e legumi semplicemente cotti o in gustose ricette; pasta al forno, sughi, salse, torte salate, piade, cassoni, pasta fresca…. ok, ok, non aggiungo altro! Muto come un pesce…
Vi chiediamo solo un po’ di pazienza, di sopportare qualche rumore che viene dal cantiere e alcuni prodotti che non sono ancora al loro posto. Un po’ come quando avete imbianchini, muratori, idraulici ed elettricisti in casa: non vedete l’ora che vadano via. Ma senza il loro prezioso lavoro nulla sarebbe possibile. E allora ben vengano!
Buon lavoro e santa pazienza. La ricompensa sarà particolarmente piacevole.

Commenti

commenti

About Emanuela Angelini